Radio Agorà 21 ® è un progetto del Centro Sportivo Orbassano - Via Neghelli 1 - Orbassano (TO)

Serie A: tutto sulla 26^ giornata di campionato

Sarà un turno di Serie A caratterizzato da 5 gare a porte chiuse, causa Coronavirus: tra queste anche il big match dello Stadium tra Juventus e Inter

Non si vuole fermare l’Atalanta, reduce da due vittorie consecutive (senza contare quella in Champions sul Valencia) che proverà a fare bottino pieno anche al Via Del Mare contro il Lecce. I nerazzurri di Gasperini hanno perso soltanto una delle ultime 20 sfide di campionato contro una squadra neopromossa (16V, 3N): quella contro l’Empoli nel novembre 2018 (2-3). Dopo tre successi consecutivi che hanno gli hanno permesso di fare un gran balzo in avanti in classifica, i salentini sono stati sconfitti in maniera netta dalla Roma, rimanendo comunque a +3 dal terzultimo posto dal momento che il Genoa ha perso a sua volta contro la Lazio. Dopo il rinvio della partita contro il Torino, il Parma sfida tra le mura amiche la Spal ultima in classifica; i gialloblù sono a un solo punto dal sesto posto occupato da Milan e Napoli avendo disputato una gara in meno, di conseguenza sono in piena corsa per un posto in Europa. Gli estensi, invece, hanno inanellato cinque sconfitte consecutive dopo la clamorosa vittoria contro l’Atalanta: il quartultimo posto della Sampdoria è 8 punti di distanza e il divario rischia di diventare incolmabile. Da sottolinearnnoe come il 67% dei punti conquistati dagli spallini in questo torneo, è arrivato contro squadre attualmente nella metà alta della classifica, la percentuale più alta nel campionato in corso. Dopo la sconfitta contro il Parma e la gara rinviata contro l’Atalanta, il Sassuolo ospita il Brescia con l’intento di affondarlo. La distanza tra le due squadre è di ben 13 punti e, con un successo al Mapei Stadium, i neroverdi sarebbero praticamente irraggiungibili per le rondinelle. Nessuna squadra attende la vittoria da più partite del Brescia in campionato (10). Per i lombardi sette sconfitte e tre pareggi. La squadra di Diego Lopez, inoltre, subisce gol da 10 partite: non registra una striscia più lunga nel corso di una singola stagione di Serie A dal 1997/98 (13 in quel caso). Match da dentro o fuori per Cagliari e Roma alla Sardegna Arena, per cullare ancora qualche speranza europea. Dopo la vittoria sul Lecce, la truppa di Fonseca vuole tornare a correre forte come prima di Natale. I giallorossi hanno perso le ultime due trasferte di campionato: è dalla stagione 2012/13, con Zdenek Zeman in panchina, che non registrano tre sconfitte esterne di fila in Serie A. La squadra di Maran non vince da 10 partite di campionato, la sua striscia peggiore dall’aprile 2015 (11). L’ultimo successo dei sardi sui capitolini risale al 4-2 della gara di ritorno della stagione 2012/13, in cui Radja Nainggolan aprì le danze. Il big match di giornata va in scena a Torino con Juventus e Inter, una gara scudetto che si giocherà a porte chiuse. I bianconeri ha perso soltanto una delle ultime 14 sfide contro i milanesi (1-2 nel settembre 2016). Il 3-1 nel novembre 2012 rimane l’unico successo dei nerazzurri allo Stadium. Sarri si è imposto per 2-1 nella gara di andata: nelle ultime 40 stagioni solo due allenatori juventini hanno vinto entrambe le prime due sfide di campionato contro l’Inter, proprio Antonio Conte e Massimiliano Allegri. Il programma si chiuderà con il monday night tra Sampdoria ed Hellas Verona. I blucerchiati hanno perso solo uno dei 23 precedenti incontri interni contro il Verona (15V, 7N) e hanno tenuto la porta inviolata nel 48% di questi (11/23). Gli scaligeri non perdono da nove partite di campionato (4V, 5N) e potrebbero restare imbattuti per 10 di fila per la prima volta dal 2000. Solo cinque volte nella sua storia i veronesi sono arrivati con una differenza reti positiva dopo 24 partite di una stagione di Serie A, la più recente nel 1986/87 (+4, come nel campionato corrente).

Si inizierà all’Olimpico con la sfida tra Lazio e Bologna. La squadra di Inzaghi è imbattuta da 13 partite contro i felsinei in Serie A (6V, 7N): si tratta della serie aperta più lunga di match senza sconfitte per loro contro una singola avversaria attualmente nel massimo campionato. Dall’altra parte i rossoblù hanno espugnato soltanto una volta il campo capitolino nelle ultime 18 trasferte (nel marzo 2012) contro la Lazio; tuttavia hanno strappato un pareggio in ciascuna delle ultime tre. Vuole tornare alla vittoria l’Udinese, che dovrà vedersela con la Fiorentina. I bianconeri non battono i viola dall’aprile 2016; da allora, due pareggi e ben cinque sconfitte per i friulani, compresa quella di misura subita nel match d’andata. Diversa la musica in Friuli, dove i toscani hanno espugnato la Dacia Arena solo una volta nelle ultime nove trasferte (3N, 5P), nell’aprile 2018. Dopo la grande notte europa con il Barcellona, il Napoli si rituffa sul campionato, dove ospiterà il Torino. Gli azzurri hanno perso solo una delle ultime 15 sfide di Serie A contro i granata, nel marzo 2015 pareggiando, però, tre delle ultime quattro; più in generale, quella piemontese è proprio la squadra contro la quale i partenopei hanno chiuso in parità più match (54) nel massimo torneo. Gattuso ha perso quattro delle sue prime cinque gare interne: record negativo nella storia della Serie A per un allenatore alla guida del Napoli dopo i suoi primi cinque match nella competizione al San Paolo. Dopo la beffa di Firenze, il Milan non vuole perdere definitivamente di vista il treno Champions e per farlo dovrà superare un Genoa in salute. I rossoneri sono imbattuti da sei sfide contro i liguri (e in quattro di queste non hanno subito gol), dopo che avevano perso quattro delle cinque precedenti (1V) di campionato. Dall’arrivo di Stefano Pioli, i milanese hanno collezionato sette clean sheet in campionato in 18 partite, ma con Davide Nicola in panchina anche i grifoni hanno blindato la porta evitando di subire gol in tre delle ultime cinque gare.

Francesco Perna

Lascia un commento





× Interagisci con noi con Whatsapp :)