Radio Agorà 21 ® è un progetto del Centro Sportivo Orbassano - Via Neghelli 1 - Orbassano (TO)

Tutto sulla 25^ giornata di Serie A

La Serie A è entrata nell’ultimo quarto di campionato. Continua la volata scudetto tra Juventus, Lazio ed Inter. Punti pesanti anche per la lotta salvezza

Il weekend calcistico inizierà al Rigamonti con la sfida tra Brescia e Napoli. Un punto nelle ultime tre giornate: questo il magro bottino dei lombardi che si trovano a -7 dal quartultimo posto e rischiano seriamente di retrocedere. I partenopei sono attualmente a -2 dal gruppetto che occupa il sesto posto e hanno accorciato sulla quinta piazza della Roma: gli uomini di Gattuso devono dimostrare continuità per poter sperare in un piazzamento europeo, ma le qualità della rosa permette agli azzurri di crederci con convinzione. Bologna e Udinese apriranno il programma del sabato allo stadio Dall’Ara. Entrambe le squadre sono in cerca di riscatto: i rossoblù vogliono rialzarsi dopo il brutto ko interno contro il Genoa, i bianconeri inseguono un successo che manca da cinque partite. Le due squadre si sono affrontate fino a ora in 69 gare nel campionato di Serie A: 18 pareggi, 26 trionfi per i felsinei e 25 vittorie per i friulani. Vietato sbagliare per la Juventus, chiamata ad espugnare Ferrara per arrivare al meglio ad una settimana di fuoco. Prima la sfida di Champions con il Lione, poi il big match dello Stadium contro l’Inter. Il gioco si fa duro per Sarri, che deve anche fare i conti con una statistica piuttosto curiosa: gli estensi sono imbattuti in casa nel XXI secolo contro i bianconeri in Serie A, grazie a un pareggio (0-0 nel marzo 2018) e un successo (2-1 nell’aprile 2019). La squadra di Di Biagio, che al suo debutto ha rimediato una sconfitta sul campo del Lecce, è però ultima in classifica a quota 15 punti, otto in meno della Samp che ad oggi sarebbe salva. match serale del sabato sarà la sfida tra Fiorentina e Milan. Due squadre che vivono momenti sereni ma che fino a poco tempo fa faticavano a trovare punti. Pioli contro il suo recente passato, ma anche contro chi fu suo ex compagno in viola: Iachini. I rossoneri sembrano aver trovato nel 4-2-3-1 il modulo adatto, anche se i problemi fisici di Çalhanoğlu, Kjær e Musacchio creano qualche grattacapo a Pioli. Iachini dovrà rinunciare a Badelj per squalifica, mentre sembra dover partire dalla panchina l’ex Cutrone. Il lunch match di questa giornata vedrà lo scontro allo stadio Luigi Ferraris tra il Genoa di Davide Nicola, con alle spalle la vittoria contro il Bologna (0-3), e la Lazio di mister Simone Inzaghi, reduce dalla vittoria contro l’Inter (2-1). Le due squadre si sono affrontate fino a ora in 99 gare nel campionato di Serie A: 26 pareggi, 37 trionfi per i liguri e 36 vittorie per i capitolini.
Torna sul pianeta terra chiamato Serie A l’Atalanta, che comunque non può permettersi passi falsi contro il Sassuolo dopo la festa in Champions. Il 4-1 rifilato a San Siro al Valencia avvicina nettamente il traguardo storico dei quarti di finale, ma i nerazzurri in campionato devono difendere il quarto posto che permetterebbe loro una nuova qualificazione alla massima competizione europea. Tre vittorie nelle ultime quattro giornate il bottino della squadra di Gasperini, che dall’altra parte troverà un Sassuolo reduce dalla sconfitta casalinga subita per mano del Parma. Inoltre l’Atalanta ha vinto le ultime cinque gare contro i neroverdi. Un Hellas Verona in grande spolvero, con nove risultati utili consecutivi in campionato, che al momento valgono la piena zona Europa, ospiterà un Cagliari che quell’Europa ha a lungo intravisto prima di cedere il passo a una crisi di risultati, frutto invece di ben dieci gare consecutive senza vittorie. Due assenze importanti per squalifica, per entrambe le squadre, ed in ambedue i casi a centrocampo: mancheranno all’appello infatti Miguel Veloso in casa scaligera, Nández tra le fila cagliaritane. Momenti contrapposti per Torino e Parma, che si affronteranno all’Olimpico Grande Torino. I granata non riescono ad uscire dalla crisi di risultati e la cura Longo non ha ancora dato i suoi frutti. I ducali invece sembrano proseguire tranquillamente la propria stagione senza particolari alti e bassi, vivacchiando poco più in alto di metà classifica e cercando di fare del proprio meglio al netto dei numerosi infortuni. Nel “derby cromatico” tra Roma e Lecce allo Stadio Olimpico si affrontano due squadre dall’opposto stato recente di forma. Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, però, i salentini di Liverani sono in grande spolvero e hanno di recente centrato tre vittorie consecutive, mentre al contrario i giallorossi hanno inanellato tre sconfitte consecutive, anche se giovedì è arrivato un successo pesante in Europa League. Il rendimento difensivo, che aveva sorpreso in positivo nonostante la filosofia offensiva di mister Fonseca, è calato notevolmente, e adesso la somma delle reti incassate ammonta a 32, con il clean sheet che manca da nove giornate. Chiuderà il programma il posticipo tra Inter e Sampdoria. Un solo obiettivo per la truppa di Conte, tornare alla vittoria. I nerazzurri, infatti, sono reduci dal ko con la Lazio, un passo falso che ha fatto scivolare la squadra milanese al terzo posto. Un successo, inoltre, permetterebbe a Lukaku e compagni di non perdere altro terreno dalla Juventus capolista in vista del big match dello Stadium in programma il prossimo 1 marzo. Dall’altra parte la Samp vuole dimenticarsi il prima possibile il 5-1 incassato a Marassi per mano della Fiorentina. I blucerchiati, che hanno vinto solo una volta nelle ultime cinque giornate, sono ad un solo punto dalla zona retrocessione.

Francesco Perna

Lascia un commento





× Interagisci con noi con Whatsapp :)