Radio Agorà 21 ® è un progetto del Centro Sportivo Orbassano - Via Neghelli 1 - Orbassano (TO)

I binari ad Orbassano? Fm5 in ritardo, Metro2 un traguardo lontano

ORBASSANO – Almeno due anni di ritardo per la linea ferroviario-metropolitana Sfm5. Slittano dunque i tempi per la realizzazione dell’opera: sarà pronta entro il 2024. E Francesca Frediani, capogruppo dei pentastellati in Regione, attacca nuovamente la Giunta Cirio. «La linea nascerà sotto il segno dello spreco e dei ritardi: ora l’inaugurazione è slittata addirittura al 2024. La notizia, emersa in commissione consiliare, ha confermato tutti nostri timori sull’ulteriore rallentamento dei lavori». Di fatto l’annuncio era arrivatogià lo scorso ottobre, quando l’assessore Tronzano aveva spiegato come la progettazione definita in capo a Rfi era stata ultimata a settembre e poi era stato formalmente avviato l’iter autorizzativo con la richiesta del parere del Comitato tecnico amministrativo presso il Provveditorato opere pubbliche. «La Giunta – aggiunge Frediani – dovrà rivedere nuovamente l’accordo di programma del 2017 graduando verso l’alto tempi e costi. Tutto a causa della previsione del passaggio della Torino-Lione all’interno dello scalo di Orbassano che ha bloccato i fondi già disponibili obbligando Rfi a modificare il progetto».

Se sui tempi ci sono ancora dubbi, la certezza è che la futura stazione al san Luigi di Orbassano sarà una risorsa fondamentale per il trasporto locale. La Fm5 garantirà la connessione tra l’ospedale e Porta Susa in circa 15 minuti con un collegamento veloce ed efficace. I treni avranno una frequenza di un’ora, trenta minuti nelle ore di punta, con l’obiettivo di alleggerire il traffico stradale in un’area congestionata. L’obiettivo è di creare una interconnessione tra le reti di trasporto facilitando l’interscambio con i bus grazie anche al parcheggio da 400 posti che sarà realizzato vicino alla stazione.

Intanto la Giunta di Torino ha approvato il progetto di fattibilità tecnico economica della linea 2 della metropolitana redatta dalla società francese Systra. Si tratta di un tracciato di 28 chilometri che da Torino raggiungerà Orbassano passando attraverso la frazione di Fornaci, Beinasco centro per poi arrivata al Centro Ricerche Fiat – dove è ipotizzato il nodo di scambio con mezzi pubblici e privati – e Pasta di Rivalta. I parcheggi di interscambio saranno realizzati presso le stazioni di Orbassano, Anselmetti e San Mauro Piemonte/Pescarito. Proprio da qui, dalla zona nord di Torino, partiranno i lavori di un’opera che costerà complessivamente 5 miliardi di euro, a fronte di un finanziamento statale che oggi ammonta a soli 828 milioni. I più scettici già si chiedono dove verranno recuperati i fondi che mancano all’appello e quando la Metro2 arriverà a Orbassano.

Paolo Polastri
L’Eco del Chisone

Lascia un commento





× Interagisci con noi con Whatsapp :)